Archives

Written by katriem

PROVA APERTA – COSMONAUTI DEGLI UNIVERSI ENTRATE DALLA FINESTRA! studio #02# di Valentina Pagliarani_Katrièm

SABATO 23 FEBBRAIO 2019
dalle ore 17.30 alle 20.00

RAD’ART project
via Mulino di sopra, 6 – Mercato Saraceno

Ore 17.30 Restituzione del laboratorio teatrale per le classi III, IV e V della Scuola di Piavola.
Ore 18.30
Prova aperta a tutti

Cosmonauti degli universi entrate dalla finestra! nasce da un forte desiderio di interrogarsi sulla felicità, mettendo in relazione due sguardi, due mondi: quello dell’infanzia e quello degli adulti. Al centro di questo confronto c’è la necessità di aprire molteplici domande, intorno ai sistemi di potere che governano il nostro sentire, pre-disegnando ciò che “deve” essere per ognuno di noi la felicità. – Bambin* vi chiediamo di guardarci. Cosa vedete in noi? Ci ricordate come vedono il mondo i vostri occhi? Ci dite cosa sapete della felicità che noi non sappiamo, non ricordiamo, mai più sapremo? – Come sosterrebbe Gianni Rodari, il pensiero divergente è la capacità di rompere continuamente gli schemi dell’esperienza rifiutando il codificato, senza lasciarsi inibire dai conformismi. Una mente sempre al lavoro che non smette mai di farsi domande, scoprendo problemi dove gli altri trovano risposte soddisfacenti. I cosmonauti degli universi portano con sé questa capacità, proponendo a bambin* di compiere un viaggio immaginifico che ha come punto di partenza una domanda: che cos’è davvero quella cosa che sulla Terra chiamiamo felicità? I due terrestri S e V, se lo sono chiesto e sembra che nel mondo degli adulti la risposta porti a quattro parole: successo, potere, denaro, lavoro. Ma cosa succederebbe se sparissero dal mondo?

A seguito di queste prime residenze presso RAD’ART Project durante le quali si è attivata anche una fase di processo partecipato con la piccola comunità di bambin* della scuola primaria di Piavola, questa prova aperta rappresenta un primo momento di confronto con il pubblico. Una pagina di appunti in movimento che l’artista desidera condividere prima di tutto con i bambini e le bambine, chiedendo loro di esserne un “osservatorio critico”.

Regia e coreografie: Valentina Pagliarani
con Valentina Pagliarani, Sissj Bassani
Suono Glauco Salvo
Disegno luci Antonio Rinaldi
Assistente luci e oggetti scenici Sofia Rossi
Organizzazione e produzione Letizia Pollini
Produzione Katrièm
Co-produzione Chiasma
Con il supporto del percorso GD’A Giovane Danza d’autore e della Rete Anticorpi Emilia Romagna
Partner Teatro Ragazzi -Teatro Bonci e RAD’ART project
Finalista al Premio Scenario Infanzia 2018

PROGETTI E PERCORSI DIDATTICI TRA SCUOLA E MUSEI

MUSEI IN GIOCO
PROPOSTE DI DIDATTICA MUSEALE NELLA CITTA’ DI CESENA 

PER LE SCUOLE DI OGNI ORDINE  E GRADO ANNO 2018/2019

MUSEinGIOCO è un’insieme di percorsi narrativi, ludici e laboratoriali che abbracciano ed esplorano i musei della città, considerandoli come luoghi aperti all’immaginario dei visitatori e permettendo ad ogni individuo di definirne il proprio racconto.  La metodologia che Katrièm ha sviluppato in questi anni, non solo nello spazio museo, è l’incontro tra diversi linguaggi e pratiche dell’arte contemporanea che messe in relazione ad un patrimonio storico-artistico diventano la possibilità di immaginare un museo come spazio vivo e in continua trasformazione.

info: tel. 329 2291306info@katriem.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

PROGETTI E PERCORSI DIDATTICI 

rivolti alle scuole di ogni ordine e grado

Da ottobre 2018 è ripartito il percorso di Katrièm nelle scuole, progetti speciali per bambini/e, ragazzi/e che prendono forma dall’esperienza che Katrièm ha maturato dal 2009 ad oggi tra educazione e arti contemporanee. Ogni percorso che nasce ha come obiettivo centrale quello di favorire la libera espressione e creatività dei bambini, delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze e le pratiche artistiche sono messe al centro della relazione creando una co-progettazione insieme a tutta la comunità educante (studenti, insegnanti, genitori).

info: tel. 329 2291306info@katriem.it

TEATRO RAGAZZI PER LE SCUOLE – Teatro Bonci

VALENTINA PAGLIARANI / KATRIèM
COSMONAUTI DEGLI UNIVERSI…ENTRATE DALLA FINESTRA!

performance, danza, narrazione

All’interno della Stagione di Teatro Ragazzi 2019 del Teatro Bonci 

Come sosterrebbe Gianni Rodari, il pensiero divergente è la capacità di rompere continuamente gli schemi dell’esperienza rifiutando il codificato, senza lasciarsi inibire dai conformismi. Una mente sempre al lavoro che non smette mai di farsi domande, scoprendo problemi dove gli altri trovano risposte soddisfacenti. I cosmonauti degli universi portano con sé questa capacità, proponendo a bambin* di compiere un viaggio immaginifico nel quale il pensiero infantile è posto al centro di tutte le possibili risposte e invitando a disegnare nuove mappe per essere felici. Il punto di partenza è una domanda: che cos’è davvero quella cosa che sulla Terra chiamiamo felicità?

regia e testi di Valentina Pagliarani / con Valentina Pagliarani, Sissj Bassani / suono Glauco Salvo / light design e scenografie Sofia Rossi / Organizzazione Letizia Pollini 

Finalista Premio Scenario Infanzia 2018

età consigliata: 8-13 anni
durata: 60 minuti

CORSI DI FORMAZIONE PER INSEGNANTI || Scuole secondarie di primo grado

“ALLA DERIVA CON UN LIBRO SOTTO IL BRACCIO. Nuove esperienze educative tra spazio urbano, letteratura e vivere quotidiano”

Corso di formazione rivolto agli insegnanti delle scuole secondarie di primo grado

I/le ragazzi/e vivono i loro spazi quotidiani un po’ come delle case allargate, frequentano sempre, o quasi sempre, gli stessi luoghi, vedono lo spazio della città come un percorso nell’abitudine. Per poter davvero conoscere un luogo occorre percorrerlo “a rovescio”, occorre rompere le abitudini, esplorare nuove forme di attraversamento. L’azione nello spazio rende i/le ragazzi/e cittadini attivi e coscienti, anche solo con lo sguardo, dei luoghi del loro vivere. Per questo il corso intende invitare gli insegnanti a utilizzare strumenti nuovi, come la lettura in movimento e l’osservazione sensoriale partecipata per aprire nuovi canali percettivi ai propri studenti condividendo con loro un’esperienza di vita quotidiana “extra‐ordinaria”.

Relatori: Dott.ssa Valentina Pagliarani e Dott.ssa Viviana Gravano (Ass. Katrièm), Salvo Lombardo (artista,  danzatore, coreografo, perfomer)
Durata corso: 6 incontri / 20 ore. Il corso si svolgerà tra Marzo ed Aprile 2019.
Quota di partecipazione: 130€

Percorso formativo riconosciuto dall’Ufficio Scolastico Regionale ai sensi della Direttiva Ministeriale n.170/2016 e acquistabile con la carta del docente.

Per info e iscrizioni: 329 2291306 / info@katriem.it

scarica i progetti completi:

progetto_formazione infanzia_primarie  

progetto_formazione_superiori

photo: Filippo Messina

CORSO DI FORMAZIONE PER INSEGNANTI || scuole dell’infanzia e primarie

“SCUOLE IN MOVIMENTO. ABITARE GLI SPAZI URBANI TRA OUTDOOR EDUCATION, SALUTE E PRATICHE DI CITTADINANZA ATTIVA”

rivolto agli educatori ed insegnanti delle scuole dell’infanzia e scuole primarie

Come stanno i bambini rispetto allo spazio urbano?è possibile l’idea di una scuola che si muove sul contesto urbano? Come possiamo sin dall’infanzia costruire esperienze di cittadinanza attiva? Il corso intende approfondire la relazione tra benessere del bambino/a e uso dello spazio all’aperto, con un particolare focus sulle modalità di utilizzo del giardino della scuola, così come l’uscita nell’attraversamento dello spazio urbano. Il corso stimolerà le insegnanti alla creazione e sperimentazione di percorsi didattici a cielo aperto, per offrire bambini/e nuovi processi di apprendimento.

Relatori: Dott.ssa Valentina Pagliarani e Dott.ssa Fabiola Tinessa (Ass. Katrièm), Giorgia Valmorri (artista e  arteterapeuta), Proff.ssa Raffaela Mulato e Prof. Stephan Riegger (Ass. Moving School 21 Treviso/Berlino), Elena Campacci (Ass. Soffiditerra)
Durata corso: 7 incontri / 21 ore. Calendario in via di definizione. Il corso si svilupperà tra Febbario e Marzo 2019.
Quota di partecipazione: 130€

Percorso formativo riconosciuto dall’Ufficio Scolastico Regionale ai sensi della Direttiva Ministeriale n.170/2016 e acquistabile con la carta del docente.

Per info e iscrizioni: 329 2291306 / info@katriem.it

Il programma dell’ottava edizione di BIM! microfestival di cultura infantile

TUTTO IL PROGRAMMA ONLINE SUL NUOVO SITO https://microfestivalbim.org

Torna BIM! il festival multidisciplinare che crea occasioni d’incontro e scoperta tra gli immaginari dell’arte contemporanea e quelli di bambini e bambine. Per la sua VIII edizione BIM! dissemina le proprie iniziative dal 6 ottobre all’11 novembre, coinvolgendo le città di Cesena, Santarcangelo, Savignano e Bologna, animando una significativa rete di collaborazioni e partnership. Performance tra teatro, danza e arte partecipata, laboratori, percorsi narrativi, installazioni, mostre, proiezioni, workshop e corsi di formazione. Un festival che parte dai bambini viaggiando fino al mondo degli adulti, immaginando un tempo condiviso, un terreno differente generatore di nuovi sguardi, catalizzatore di incontri, di curiosità e di esperienze di relazione con la comunità e con lo spazio città. Nell’anno che la Comunità Europea dedica al patrimonio culturale, BIM! propone di giocare intorno all’idea che noi persone, con le nostre identità, con le storie e gli immaginari che ridisegniamo costantemente nell’incontro con l’altro, siamo il più grande patrimonio da celebrare per il mondo.

LA VIII EDIZIONE DI BIM! MICROFESTIVAL DI CULTURA INFANTILE

OTTOBRE – NOVEMBRE 2018

dal 6 ottobre al 4 novembre | Cesena
14 ottobre | Savignano
dal 21 ottobre all’11 novembre | Santarcangelo
27.28 ottobre | Bologna

……………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….

Roberta Baldaro, Sara Basta, Elena Bellantoni, Alvaro Bizzarri, Massimo Carozzi, Libri Finti Clandestini, Claudio Croci, GrigioSiro, Mariangela Gualtieri – Teatro Valdoca / Ciò che ci rende umani 2018, Kinkaleri, Salvo Lombardo e Isabella Gaffè, Enrico Malatesta, Valentina Pagliarani/Katrièm e Simone Memè, ReMida Bologna Terre d’Acqua, Elisa Rocchi, Mirco Santi, Bruno Tognolini – Teatro Valdoca / Ciò che ci rende umani 2018, Giorgia Valmorri, ZimmerFrei.

……………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….

SIFEST Junior – “Per un atlante dello sguardo” laboratori di piccole pratiche fotografiche per bambin* a cura di Katrièm

All’interno del SiFest, Katrièm propone un percorso di tre pomeriggi di laboratorio, durante i quali bambini/e saranno coinvolti in una serie di piccole pratiche intorno alla fotografia. Attraverso una metodologia ludica e creativa i bambini e le bambine saranno accompagnati alla scoperta di differenti tematiche, utilizzando molteplici linguaggi, tecniche e strumenti propri dell’arte contemporanea e nello specifico della fotografia. Che cos’è una fotografia? Come può il nostro sguardo modificare il visibile? Che cos’è un’immagine sbagliata? Una fotografia può raccontare una storia? Perché fotografiamo una cosa invece di un’altra? Possiamo davvero giocare con un’immagine sovrapponendo la realtà a mondi immaginari? Queste saranno le domande di partenza per scoprire insieme come la fotografia non rappresenta il punto di arrivo per il nostro sguardo, ma solo una partenza verso molti mondi possibili.

> DOMENICA 16 SETTEMBRE 16.00 -18.00
“TRA CIELO E NUVOLE. Giochi di sguardi intorno a Luigi Ghirri”

Il laboratorio si svilupperà attraverso una serie di giochi ed esercizi ludici che avranno come punto di partenza alcune
opere di Luigi Ghirri, giocando con lo sguardo e con il rapporto tra realtà e immagine.

> DOMENICA 23 SETTEMBRE 16.00 -18.00
“IO SONO LA MIA CASA.Polaroid per autoritratti scombinati”

Il laboratorio prenderà forma intorno al tema dell’autoritratto osservando la relazione che molti artisti contemporanei
hanno sperimentato tra l’immagine istantanea della polaroid e la consecutiva modifica attraverso l’uso di segni grafici e
collage. Ogni partecipante potrà creare il proprio autoritratto su polaroid decidendo poi come modificarlo.

> DOMENICA 30 SETTEMBRE 16.00 -18.00
“SEGNI ACCIDENTALI PER SGUARDI SPUNTATI.tra visibile e mondi immaginari”

Il punto di partenza del laboratorio sarà la lettura e visione del libro Miramuri (Terre di mezzo, 2015) che unisce lo sguardo fotografico di Massimiliano Tappari, che cattura frammenti di muri e pareti, con il tratto essenziale di Alessandro Sanna, che trasforma i segni casuali dell’esistente in una sorprendente galleria di storie e personaggi. Esplorando lo spazio pubblico di Savignano, ogni partecipante potrà scegliere una serie di elementi da fotografare (marciapiedi, muri, pavimenti, finestre…) e partendo dalle texture accidentali presenti nella realtà si proverà a trasformare il visibile.

Partecipanti max 20
Durata 2 h
Età 6-13 anni
Costo 2€ (prenotazione obbligatoria)

Si chiede ai partecipanti di portare la propria macchina fotografica.

INFO E PRENOTAZIONI SI FEST 2018
organizzazione@savignanoimmagini.it

Avvicinati! guardami! sentimi! toccami! Percorso e atelier d’arte per piccoli resilienti poetici – ResilienzeFestival – Bologna

sabato 8 settembre 2018

Serre dei Giardini Margherita – Bologna

a cura di Katrièm Associazione
con la collaborazione di ReMida

Cosa potrebbe diventare un rifiuto se non lo consideriamo più come tale? L’artista Marcel Duchamp ci suggerirebbe che qualunque cosa, se la si guarda abbastanza a lungo, diventa bella! Immaginiamo allora che ogni rifiuto se lo si guarda con occhi diversi può diventare qualsiasi cosa, perfino un’opera d’arte, trovando un suo nuovo significato nel mondo.

Seguendo una speciale mappa i bambini e le bambine saranno guidati in un percorso di esplorazione attiva e polisensoriale delle opere installative che l’artista Francesca Pasquali ha dedicato a Resilienze Festival. Scopriremo che non tutte le opere d’arte ci vietano di toccarle, ma ne esistono alcune che ci chiedono di giocare con loro scoprendole attraverso tutto il nostro corpo. Saranno gli stessi/e bambini/e che successivamente daranno il via ad un’installazione partecipata e multisensoriale, che realizzeranno negli spazi delle Serre, usando i materiali recuperati da Remida.

I materiali utilizzati sono scarti d’azienda recuperati da REMIDA BOLOGNA_TERRE D’ACQUA centro di riuso creativo dei materiali di scarto aziendale.

Ore 11,00 – 13,00 Per bimb* da 3 a 6 anni
Ore 16,00 – 17,30 Per bimb* da 6 a 12 anni
->Laboratorio gratuito. Iscrizioni a info@katriem.it

******************************************************************

Per maggiori info e per conoscere tutti gli eventi del Festival:
www.resilienzefestival.it
www.facebook.com/events/624893734575829/

****************************************************************
#ResilienzeFestival è un progetto di Kilowatt

Con il sostegno del Mibac e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”

TORNA BIM! MICROFESTIVAL DI CULTURA INFANTILE

VIII EDIZIONE // OTTOBRE-NOVEMBRE 2018

dal 6 ottobre al 4 novembre Cesena
14 ottobre Savignano
dal 21 ottobre all’11 novembre Santarcangelo
27.28 ottobre Bologna 

mostre e installazioni, performance e percorsi narrativi, laboratori e atelier per bambini/e, ragazzi/e e adulti

attività didattiche per le scuole, proiezioni e workshop per adulti, corsi di formazione per educatori ed insegnanti

Torna BIM! il festival multidisciplinare che crea occasioni d’incontro e scoperta tra gli immaginari dell’arte contemporanea e quelli di bambini e bambine. Per la sua VIII edizione BIM! dissemina le proprie iniziative dal 6 ottobre all’11 novembre, coinvolgendo le città di Cesena, Santarcangelo, Savignano e Bologna, animando una significativa rete di collaborazioni e partnership. Performance tra teatro, danza e arte partecipata, laboratori, percorsi narrativi, installazioni, mostre, proiezioni, workshop e corsi di formazione. Un festival che parte dai bambini viaggiando fino al mondo degli adulti, immaginando un tempo condiviso, un terreno differente generatore di nuovi sguardi, catalizzatore di incontri, di curiosità e di esperienze di relazione con la comunità e con lo spazio città. Nell’anno che la Comunità Europea dedica al patrimonio culturale, BIM! propone di giocare intorno all’idea che noi persone, con le nostre identità, con le storie e gli immaginari che ridisegniamo costantemente nell’incontro con l’altro, siamo il più grande patrimonio da celebrare per il mondo.

Dal 17 settembre programma completo on line sul nuovo sito www.microfestivalbim.org

#Europeforculture, #Patrimonio2018, #EnErgieDiffuse

LOVE DIFFERENCE | TORNEO PUBBLICO PER DIALOGARE SUL RISPETTO DELLE DIFFERENZE E CYBERBULLISMO – SABATO 26 MAGGIO ORE 9.30

LOVE DIFFERENCE

TORNEO PUBBLICO PER DIALOGARE SUL RISPETTO
DELLE DIFFERENZE E SUL CYBERBULLISMO

SABATO 26 MAGGIO ORE 9.30
Chiostro di San Francesco – Cesena (dietro alla Biblioteca Malatestiana) – Via Montalti, 10

GIOCO COLLETTIVO PER LE SCUOLE, TALK, READING, INTERVENTI RADIO
A cura dei/ delle ragazze/i delle scuole partecipanti al progetto.

Esito pubblico del progetto per adolescenti di educazione al rispetto delle differenze e prevenzione del cyberbullismo.

Rivolto a scuole, ragazzi/e, genitori e adulti interessati

Sabato 26 maggio nel Chiostro di San Francesco a Cesena, si svolgerà l’esito pubblico di Love difference – progetto di educazione al rispetto delle differenze e di prevenzione del cyberbullismo per adolescenti che ha coinvolto un centinaio di ragazzi e ragazze delle scuole secondarie di secondo grado di Cesena (Istituto Professionale di Stato Versari Macrelli, Istituto Tecnico Commerciale R. Serra e il Liceo Scientifico A. Righi) in un percorso formativo di due mesi organizzato da Katrièm Associazione. Durante il laboratorio tenuto da due psicologi (Francesco Ciuti e Fabiola Tinessa), una educatrice (Valentina Pagliarani), un’esperta di arte (Viviana Gravano) e un illustratore di giochi da tavolo (Alan DAmico), i/le ragazz* hanno elaborato un gioco da tavolo che, sfruttando le dinamiche dello storytelling condiviso e di gruppo, mette in scena diverse situazioni legate al cyberbullismo e più in generale al bullismo, ma al contrario anche alla ricchezza prodotta dalla valorizzazione delle differenze.

Alle 9.30 si svolgerà un grande torneo pubblico aperto alle scuole secondarie di secondo grado del territorio che sono invitate a partecipare per sperimentare il gioco di carte realizzato dai loro coetanei per confrontarsi in una maniera diversa su questi temi.

Alla fine del torneo, dalle 11 alle 12, è prevista l’apertura di un confronto anche con gli adulti attraverso un convegno che si svolgerà con diversi tavoli di discussione, ciascuno caratterizzato da uno dei temi emersi nei laboratori dei ragazzi. I tavoli saranno condotti da un tutor e alcuni/e dei ragazzi/e che hanno partecipato al progetto.

L’evento sarà interamente curato e gestito dai/dalle ragazzi/e che hanno partecipato al progetto: accompagneranno i loro pari nel gioco, che hanno ideato ed illustrato, spiegandone le regole ma anche diffondendo a loro modo i concetti e le visioni che le tematiche del corso ha fatto affrontare loro; realizzeranno un piccolo video trailer per invitare gli/le altri/e ragazzi/e a partecipare al torneo con l’ausilio della videomaker Isabella Gaffè; realizzeranno alcuni interventi in radio per raccontare la loro esperienza. Info@rsd, il programma di approfondimento in onda su RadioStudio Delta condotto da Daniele Tigli, dedicherà al progetto le puntate di lunedì 14 e 21 maggio dalle 19.00 alle 20.00 durante le quali alcuni ragazzi/e interverranno con letture brevi di brani tratta da romanzi che parlano del fenomeno del cyberbullismo e racconteranno le loro impressioni e opinioni sul progetto e sui temi affrontati.

Il progetto Love Difference, in linea con il Piano Nazionale per leducazione al rispetto e con le Linee di orientamento per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo nelle scuole emanate dal Ministero dellIstruzione, dellUniversità e della Ricerca, vuole invitare ragazzi e ragazze a considerare le “differenze” come valori, ricchezze, aiutandoli così anche ad affermare la propria personalità in autonomia, lavorando all’ampliamento della propria autostima individuale, ma anche a sentirsi parte di un contesto che li accoglie, li ascolta e li rende persone attive.

Una responsabilità sociale che chiama in causa tutti: l’obiettivo del progetto è dare vita ad un’alleanza educativa che mette in connessione la scuola, la famiglia e tutta la comunità in un’azione di sensibilizzazione contro ogni forma di discriminazione e violenza.

Il progetto è stato realizzato grazie al contributo della Regione Emilia Romagna- Assessorato al Welfare e alle Politiche Abitative e del Comune di Cesena – Progetto Giovani, di Commercianti Indipendenti Associati – Conad e Credito Cooperativo Romagnolo e con la preziosa partnership di Publione partner strategico dimpresa esperto nella comunicazione CSR e in particolare sul tema del cyberbullismo. In collaborazione con Radio Studio Delta, Associazione Barbablu, Wereading.

 Love difference è un progetto di Katrièm Associazione. Curatela: Valentina Pagliarani e Viviana Gravano; coordinamento, organizzazione e promozione: Letizia Pollini; progetto grafico: Gianluca Muccioli; documentazione: Isabella Gaffè; illustrazione cover: Manuela Mapelli.

INFO e PRENOTAZIONI: 329 2291306 / info@katriem.it.

GUARDA LO SPOT!