Diversitàttaratà – LA MOSTRA

 

 

LA MOSTRA DI BIM!

GALLERIA EX PESCHERIA  / Cesena 

…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

“Diversitàttaratà”

sguardi curiosi sulle differenze

a cura di:Viviana Gravano e Valentina Pagliarani 

opere di: Giorgia Valmorri e Roberta Baldaro

installazioni a cura dei bambini/e di Borgo Indaco e dei partecipanti ai “progetti per ragazzi/e” curati da Katrièm e sostenuti da Progetto Giovani – Comune di Cesena. 

Gioco a cura di Routes Agency / Progetto Ulissi, con la partecipazione dell’artista visivo Juan Sandoval 

INTRODUZIONE 

La mostra Diversitàttaratà. sguardi curiosi sulle differenze, allestita nell’ambito di BIM! Microfestival di Culture Infantili, a Cesena nella Galleria Ex-Pescheria, presenta diverse sezioni: lavori realizzati da bambini/e della Scuola di Borgo Indaco; lavori realizzati da ragazzi e ragazze di tre laboratori per adolescenti (Orgogli e Pregiudizi, Love Difference e Multiversi) sostenuti da progetto giovani del Comune di Cesena; due stanze personali delle artiste Roberta Baldaro e Giorgia Valmorri e un gioco a cura di Routes Agency / Progetto Ulissi – (Paola Bommarito, Giulia Crisci e Giulia Grechi) con la partecipazione dell’artista visivo Juan Sandoval.  

Ogni anno BIM! ospita la mostra delle opere realizzate dai piccoli e dalle piccole partecipanti a Borgo Indaco, una scuola rivolta a bambini/e dai 3 ai 12 anni, basata su un’educazione innovativa che mette al centro l’arte come canale privilegiato di apprendimento e scoperta del mondo. La scuola propone laboratori con artisti e educatori che favoriscono la libera espressione creativa dei bambini e delle bambine passando attraverso la conoscenza praticata dell’arte contemporanea. La scuola ogni estate propone un tema generale che quest’anno era: le differenze. Attraverso le diverse esperienze estetiche i/le partecipanti hanno aperto il loro sguardo sulla varietà e sulle diversità, passando dal mondo animale a quello delle piante fino alle persone, per cogliere la ricchezza del poter vivere in un mondo che sappia amare tutte le differenze.

La mostra espone poi i risultati dei tre laboratori dedicati agli adolescenti che, nel corso dell’ultimo anno, hanno lavorato con modalità sempre diverse sull’interculturalità e sulle differenze di genere, di nuovo per riflettere sulla diversità come valore positivo e fondamentale per il nostro tempo. I laboratori hanno portato i/le partecipanti a realizzare oggetti, perfomance, opere fotografiche, grafiche e testuali in totale autonomia creativa , seguiti sempre da tutor e artisti, ma lavorando secondo il principio dell’autoeducazione.

Nelle sale laterali della galleria saranno ospitate due piccole mostre personali delle artiste Roberta Baldaro e Giorgia Valmorri. Roberta Baldaro compie da molti anni una capillare esplorazione del territorio cesenate scattando immagini in bianco e nero. Sulle stampe fotografiche interviene poi a matita aggiungendo elementi incongruenti, persino perturbanti, che invitano a sovvertire la comune visione di spazio, ma così ben camuffati da apparire al primo sguardo “veri”, colti dallo scatto. Nella serie “Dal fondo” piccoli relitti di barche, oggi purtroppo sinonimo visivo dei naufraghi migranti del Mediterraneo, si arenano tra piatti e posate di una tavola comune, di casa.

Giorgia Valmorri propone due diversi lavori in stretta relazione tra loro: in uno tre foto di grande formato mostrano altrettanti alberi potati da mano umana. L’opera si intitola “Qual’è la nostra vera natura” e le immagini ci interrogano con una certa decisione su cosa si intende ormai per “natura”, in un’epoca di manipolazione pesante e costante del nostro habitat naturale di vita. In un’altra sala un piccolo percorso olfattivo invita a mettere alla prova in uno spazio espositivo, un senso che non sia la vista, a sperimentare un’immaginazione fatta di percezioni immateriali che evocano ricordi intimi e insieme collettivi.

In fondo alla sala della mostra sarà presente una istallazione ludica, curata da Paola Bommarito per il collettivo Ulissi (sezione di Routes Agency di Roma) che si interessa di produrre giochi, residenze artistiche e azioni per una cultura anti-mafia. Questa iniziativa coincide perfettamente con l’idea di BIM! 2017 che intende riflettere su tutte le forme di cultura delle differenze.

Il gioco sarà presentato in occasione di BIM! e sarà giocato dalla sua curatrice con alcuni studenti delle scuole superiori in alcuni giorni e orari stabiliti, su prenotazione.

 

GIORNI E ORARI DI APERTURA DELLA MOSTRA:

La mostra sarà aperta dal 20 al 29 ottobre Galleria ex pescheria, Cesena

Dal lunedì al venerdì dalle 16.00 alle 19.00 / il sabato e la domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00