programma per le famiglie

 

PROGRAMMA

appuntamenti per i bambini/e, ragazzi/e e le loro famiglie

…………………………………………………………………………………………………………………..

domenica 8 ottobre SANTARCANGELO

in occasione di FAMU “Giornata delle famiglie al museo”

ore 16.00 / MUSAS

> “PARANGOLE’”

laboratorio e performance di danza 

a cura di Valentina Pagliarani e Viviana Gravano 

performance: Parsec 

Negli anni Sessanta l’artista brasiliano Hèlio Hoiticica creò una serie di lavori che presero il nome di Parangolè. Il Parangolè era un’opera collettiva composta di materiali trovati, da stoffe a plastiche, da sacchi a rami, che dovevano comporre una sorta di “abito” da poter essere indossato, realizzati con le stesse modalità con cui gli abitanti delle favelas autocostruivano le loro case. Regola fondamentale del Parangolè era che nessuno lo poteva possedere definitivamente, ma doveva passare di mando in mano e poter essere modificato da ogni persona che lo indossasse. Inoltre chiunquelo riceveva doveva indossarlo sempre danzando. Il Parangolè divenne allora, ed è ancora oggi, una sorta di oggetto popolare nelle favelas brasiliane, iniziò a comparire nelle feste e persino nelle cerimonie religiose, sempre con una aspetto e fattezze diverse, costruito dalla gente comune.

Rivolto a bambini dai 6 ai 12 anni e genitori

 

> “Storie dell’altro mondo! Racconti di tutti i colori”

a cura di Panclub 

La cultura abbatte i muri! Accompagnati dallo slogan della  Giornata delle Famiglie al Museo conosceremo insieme sciamani, frutti esotici e giaguari ascoltando voci lontane, al di là di terre e mari, che sembreranno così vicine…

per bambini dai 3 anni 

…………………………………………………………………………………………………………………..

domenica 15 ottobre SAVIGNANO

ore 15.00 (dur. 1h30)

“ISOLE REMOTE”

LABORATORIO DI ARTI VISIVE, CARTOGRAFIA SPERIMENTALE E MOVIMENTO CREATIVO 

a cura di Chiara Castaldini e Alessandro Carboni / progetto Pingelap

Il laboratorio prende liberamente spunto dall’omonimo testo di Judith Shalansky. Come ogni atlante frutto di un viaggio di esplorazione, questo laboratorio cerca di scoprire e collezionare dettagli geografici, ricchezze, letterature sugli accadimenti di alcune tra le isole più piccole e lontane del mondo. Gli elementi cartografici e le caratteristiche degli abitanti diventano amteriale dal grande potenziale narrativo e le isole stesse diventano uno spazio teatrale: il luogo perfetto dove i bambini potranno ambientare gli avvenimenti e le vite circoscritte di queste piccole regioni. A seguire alle ore 18.00 ci sarà lo spettacolo “L’atlante di Judith” dal quale è ispirato il laboratorio.

per bambini/e dai 4 anni e genitori

ore 17.00 (dur. 40’)

“La sartoria del Coniglio Juan Rafael: Abiti per animali”

PERFORMANCE E ATELIER 

di Katrièm Associazione / con Valentina Pagliarani e Sissj Bassani

“…Ho cominciato a fare il sarto da piccolissimo: avevo appena due anni. Mio padre, così come tutti i maschi della famiglia, faceva il sarto. Mi ricordo il giorno in cui ho compiuto due anni: mio padre mi portò per la prima volta nel nostro atelier. All’epoca ero capace a malapena di leggere, ma abbastanza direi, da decifrare l’elegante insegna a caratteri d’oro: Adolfo. Capi su misura per rettili e pesci. Alta Sartoria per clientela esclusiva dai gusti esigenti…” Un coniglio sarto che si perde dentro ad un Teatro? Una sartoria nascosta su un palcoscenico rovesciato al contrario? Dall’audace cavalla Margherita alla sposa Anaconda, dalla giraffa innamorata Chuck ai piccioni russi di Parigi, dall’ippopotamo in costume da bagno al marinaio Arthur, un viaggio insieme a Vladimir Radunsky, viaggiatore, collezionista e amico degli animali, in un immaginifico mondo dove danzano insieme ironia, immaginario e sentimenti.

di Valentina Pagliarani / Coniglio sarto Juan Rafael: Sissj Bassani / Vladimir Radunsky: Valentina Pagliarani  / Nota video di Mikhail Baryshnikov / una produzione: Katrièm Associazione / Teatro Bonci per “Piccolo Gigante Teatro”.

consigliato per bambini/e dai 6 anni e genitori

ore 18.00 (dur. 40’)

“L’atlante di Judith”

performance da tavolo di azioni e oggetti 

di e con Alessandro Carboni e Chiara Castaldini / Pingelap

Probabilmente amavo tanto gli atlanti perché le loro linee,

i colori e i nomi rimpiazzavano i posti reali dove, in ogni caso, non potevo andare.

 (Judith Schalansky)

Cosa ci lega a luoghi lontani che non abbiamo mai visto? Si può creare un legame tra di noi e un territorio sperduto, anche solo viaggiando con le dita sulla superficie di un mappamondo? Lo spettacolo, liberamente ispirato al libro Atlante delle Isole Remote di Judith Schalansky, è un viaggio di esplorazione tra realtà e immaginazione, che cerca di portare i bambini a scoprire e a collezionare dettagli geografici, storici e leggendari su alcune tra le isole più piccole e lontane del mondo. In una biblioteca di Berlino la viaggiatrice Judith inizia un lungo percorso immaginario: un tavolo “atlante”, posizionato al centro della scena, diventa la mappa del viaggio, gli elementi cartografici e le strane caratteristiche di ciascuna isola diventano materiale dal grande potenziale narrativo. Le isole stesse si trasformano pian piano in spazio teatrale, luogo perfetto dove ambientare le loro storie e raccontarle in modo ogni volta nuovo. Le descrizioni delle isole, raccolte nel libro di Judith Schalansky, sono state completamente riadattate per renderle fruibili da parte dei bambini e per avvicinarle al linguaggio del racconto orale. I testi riscritti sono i materiali di partenza per la costruzione dello spettacolo e la sua articolazione in brevi quadri, ciascuno dedicato alla narrazione di un’isola; mentre un performer legge le storie ad alta voce, un secondo performer le ripete con un linguaggio diverso e le anima attraverso l’uso di oggetti e di vari materiali.

per bambini/e dai 4 anni e genitori

Performance da tavolo di azioni e oggetti / di e con Alessandro Carboni e Chiara Castaldini / Adattamento testi Alice Mazzetti / Produzione Formati Sensibili 2017 

…………………………………………………………………………………………………………………..

20 - 28 - 29 ottobre CESENA

Venerdì 20 Ottobre – Cesena

GALLERIA EX PESCHERIA dalle 16.00 alle 19.00

INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA DI BIM!

“Diversitàttaratà”

sguardi curiosi sulle differenze

a cura di Viviana Gravano e Valentina Pagliarani 

opere di: Giorgia Valmorri e Roberta Baldaro

installazioni a cura dei bambini/e di Borgo Indaco e dei partecipanti ai “progetti per ragazzi/e” curati da Katrièm e sostenuti da Progetto Giovani – Comune di Cesena. 

Gioco a cura di Routes Agency / Progetto Ulissi, con la partecipazione dell’artista visivo Juan Sandoval

PROGRAMMA INAUGURAZIONE

ore 16.00 apertura mostre: incontro con gli artisti, atelier e visite guidate

ore 17.00 La merenda di BIM!

ore 17.30 piccolo concerto in collaborazione con il Conservatorio Bruno Maderna di Cesena

LA MOSTRA RIMARRA’ APERTA DAL 20 AL 29 OTTOBRE 

guarda tutto il programma della mostra

…………………………………………………………………………………………………………………..

Sabato 28 Ottobre – Cesena

MUSEO DI SCIENZE NATURALI dalle ore 20.30 alle ore 22.30 

“La Città che si Muove”

Laboratorio a cura di Laura Negrini e Carmelo Baglivo

C’era una volta una città abitata da oggetti. Si entrava, si usciva o si restava a guardare. Ma quando ti muovevi la città si svegliava e cambiava con te. Gli oggetti si trasformavano in case, gli alberi diventavano fiori.

Il laboratorio propone un esperienza di creazione di paesaggio narrativo basato sulla relazione tra digitale e analogico, spazio reale e immagini virtuali, rappresentazione astratta e oggetto fisico. Ogni partecipante potrà sperimentare come sia possibile trasformare diversi  contesti attraverso il movimento, disegnare nuovi paesaggi cambiando solo la scala degli oggetti, perché questo accade quando si guarda alle cose da punti di vista imprevisti.

per bambini/e dai 4 anni e genitori 

GALLERIA EX PESCHERIA dalle 20.30 alle 22.30

“OCCHI APERTI. OCCHI CHIUSI” 

Atelier e dialogo narrativo nella mostra di BIM!

a cura di Katrièm Associazione

I bambini sanno entrare in una galleria d’arte senza sapere esattamente cosa sia e capiscono al volo che non c’è nulla da comprendere, ma tutto è da vivere e da conoscere “facendo”. Attraverso l’attivazione di un percorso narrativo e laboratoriale i bambini saranno accompagnati in un gioco alla scoperta delle opere e installazioni di BIM! nella mostra “Diversitàttaratà”. Come in ogni gioco ci saranno delle regole: occhi aperti o chiusi? toccare o annusare? in piedi o stesi? immobili o in movimento? silenzio o rumore? Ogni opera avrà qualcosa da raccontarci e noi saremo pronti ad ascoltare.

per bambini/e dai 4 anni e genitori

…………………………………………………………………………………………………………………..

Domenica 29 Ottobre – Cesena

TEATRO BONCI  dalle 15.30 alle 18.30

“Un percorso attraverso il Teatro Bonci”

per bambini/e dai 4 anni e genitori / accesso a piccoli gruppi con repliche ore 15.30 e 17.00. Durata percorso 1h30’.

“L’ora magica”

INSTALLAZIONE NARRATIVA

di Silvia Costa 

con Laura Dondoli / testo di Silvia Salvagnini / musiche di Lorenzo Tomio / collaborazione alla scenografia Maroussia Vaes / assistenza tecnica Francesco Catterin

una produzione Uovokids, Milano

Tic tac tic tac Tic tac. Finalmente! Ma dove eravate? Bambini, siete in ritardo! Ho le chiavi per farvi entrare solo ad un’ora precisa…e solo a quell’ora Magica uno strano personaggio si mostrerà a voi. Un fantasma o uno spirito imprigionato nella sua tomba? Qualcosa di fuori dal terrestre lo ha reso di una sostanza luminosa, così luminosa da non permettergli più di uscire alla luce del sole. Ma vi racconterò lui stesso con le sue parole la sua storia. Ecco, è momento di entrare…

“La raggione der perché…

INSTALLAZIONE INTERATTIVA 

liberamente tratto da “Campionario delle favole” di Trilussa

di Simone Memè e Giulio Pernice

introduzione narrativa: Valentina Pagliarani

suono: Glauco Salvo

Liberamente ispirata al “Campionario delle favole” di Trilussa, l’installazione “La Raggione der perché…” è una riflessione ad alto tasso ludico sul comportamento umano, resa geniale da Trilussa, in quanto a parlare sono proprio gli animali. In sintonia con lo spirito trilussiano, l’installazione trasforma coloro che si avvicinano al bosco retroproiettato in animali, mentre una voce recitante legge, interpretandoli in romanesco, i versi del campionario delle favole ispirati agli animali.

“Animali diversi”

PERCORSO NARRATIVO

a cura di Neera Pieri  

C’è una stanza, c’è un tavolo e c’è un bosco. I bambini sono spettatori curiosi e creativi che trasformano il racconto in esperienza interattiva, e l’immaginazione modifica lo sguardo. In questo luogo pieno di stranezze il gioco è provare ad essere diversi, e ricercare la diversità come gioco e scoperta piena di sorprese. Il mondo è così: dipende da che punto di vista lo guardi. Dipende con quali occhi, quali nasi e quali bocche, con quali piedi e mani, con quali cuori ci guardiamo.