IL LUOGO

Borgo Indaco trova da quest’anno una nuova casa nella meravigliosa ambientazione settecentesca di Villa Silvia e nel vasto parco che la circonda. La villa che ospita il Museo Nazionale di Musica Meccanica curata dall’Associazione Ammi, offrirà a Borgo Indaco un nuovo contesto immerso nel verde nel quale sperimentare con bambini/e l’incontro con le arti contemporanee e l’esplorazione ludica e creativa in natura.

Gli spazi di Borgo Indaco:

  • Un giardino con giochi, materiali e piccoli atelier all’aperto
  • Giardini dedicati agli atelier all’aperto con materiali didattici e di riciclo.
  • Borgoteca: spazio con una selezione di albi illustrati nel giardino letterario della Villa. 
  • Spazio pranzo e pic nic 
  • Museo Musicalia 

LA NUOVA CASA DI BORGO INDACO è A VILLA SILVIA -CARDUCCI

Borgo Indaco trova da quest’anno una nuova casa nella meravigliosa ambientazione settecentesca di Villa Silvia e nel vasto parco che la circonda. La villa che ospita il Museo Nazionale di Musica Meccanica curata dall’Associazione Ammi, offrirà a Borgo Indaco un nuovo contesto immerso nel verde nel quale sperimentare con bambini/e l’incontro con le arti contemporanee e l’esplorazione ludica e creativa in natura.

Il luogo per noi ha una grossa importanza. È il contesto nel quale si inserisce un progetto, i colori, gli odori, il contatto con la natura offrono ai bambini la possibilità di una piacevole stimolazione sensoriale. Nei sempre più diffusi appartamenti non è facile dare spazio all’attiva motricità dei bambini, non tutti hanno la fortuna di un cortile in cui giocare, di un giardino da far diventare un modo fatato dove un albero diventa la casa di un magico colibrì che due fate irriverenti utilizzano come mezzo di trasporto e dove poter trovare ristoro nei pomeriggi assolati.