News

SIFEST Junior – “Per un atlante dello sguardo” laboratori di piccole pratiche fotografiche per bambin* a cura di Katrièm

All’interno del SiFest, Katrièm propone un percorso di tre pomeriggi di laboratorio, durante i quali bambini/e saranno coinvolti in una serie di piccole pratiche intorno alla fotografia. Attraverso una metodologia ludica e creativa i bambini e le bambine saranno accompagnati alla scoperta di differenti tematiche, utilizzando molteplici linguaggi, tecniche e strumenti propri dell’arte contemporanea e nello specifico della fotografia. Che cos’è una fotografia? Come può il nostro sguardo modificare il visibile? Che cos’è un’immagine sbagliata? Una fotografia può raccontare una storia? Perché fotografiamo una cosa invece di un’altra? Possiamo davvero giocare con un’immagine sovrapponendo la realtà a mondi immaginari? Queste saranno le domande di partenza per scoprire insieme come la fotografia non rappresenta il punto di arrivo per il nostro sguardo, ma solo una partenza verso molti mondi possibili.

> DOMENICA 16 SETTEMBRE 16.00 -18.00
“TRA CIELO E NUVOLE. Giochi di sguardi intorno a Luigi Ghirri”

Il laboratorio si svilupperà attraverso una serie di giochi ed esercizi ludici che avranno come punto di partenza alcune
opere di Luigi Ghirri, giocando con lo sguardo e con il rapporto tra realtà e immagine.

> DOMENICA 23 SETTEMBRE 16.00 -18.00
“IO SONO LA MIA CASA.Polaroid per autoritratti scombinati”

Il laboratorio prenderà forma intorno al tema dell’autoritratto osservando la relazione che molti artisti contemporanei
hanno sperimentato tra l’immagine istantanea della polaroid e la consecutiva modifica attraverso l’uso di segni grafici e
collage. Ogni partecipante potrà creare il proprio autoritratto su polaroid decidendo poi come modificarlo.

> DOMENICA 30 SETTEMBRE 16.00 -18.00
“SEGNI ACCIDENTALI PER SGUARDI SPUNTATI.tra visibile e mondi immaginari”

Il punto di partenza del laboratorio sarà la lettura e visione del libro Miramuri (Terre di mezzo, 2015) che unisce lo sguardo fotografico di Massimiliano Tappari, che cattura frammenti di muri e pareti, con il tratto essenziale di Alessandro Sanna, che trasforma i segni casuali dell’esistente in una sorprendente galleria di storie e personaggi. Esplorando lo spazio pubblico di Savignano, ogni partecipante potrà scegliere una serie di elementi da fotografare (marciapiedi, muri, pavimenti, finestre…) e partendo dalle texture accidentali presenti nella realtà si proverà a trasformare il visibile.

Partecipanti max 20
Durata 2 h
Età 6-13 anni
Costo 2€ (prenotazione obbligatoria)

Si chiede ai partecipanti di portare la propria macchina fotografica.

INFO E PRENOTAZIONI SI FEST 2018
organizzazione@savignanoimmagini.it