Suono

STANZA DEL SUONO

Cos’è un suono? Precisamente la sensazione data dalla vibrazione di un corpo in oscillazione. Propagandosi nell’aria arriva all’orecchio, portando alla “sensazione uditiva”. Quando accade che un pensiero si fa suono, nasce la musica, costante feedback tra emozione ed estremo rigore, manifestato nell’organizzazione di cellule musicali in un lasso di tempo. Dentro a questo progetto c’è una costante curiosità e ricerca verso tutto ciò che è suono.

+DIDATTICA PROGRAMMA 2012-2013

SULL’ISTMO

Laboratorio pratico sul dettaglio sonoro

a cura di Enrico Malatesta

 18 , 19 maggio 2013 / CESENA 

Sull’istmo è un laboratorio teorico/pratico ideato e coordinato da Enrico Malatesta.
Pensato come un addestramento all’attenzione, il laboratorio mira ad aumentare la qualità di ascolto dei dettagli sonori implicitamente coinvolti nel movimento, nell’occupare uno spazio e nel rapporto manuale con materiali ed oggetti.

L’agire, così come lo stare, comprendono una serie di attività sonore imprescindibili, che non sono derivazioni o conseguenze, ma parte essenziale dei gesti e delle pratiche a cui ci si dedica; è importante che la percezione e l’ascolto di tutta la fascia di produzione (micro)sonora, derivata dall’esplicitare un gesto venga tenuta in considerazione ed utilizzata al fine di ampliare la personale consapevolezza del suono in cui operiamo e col quale definiamo l’intorno di ogni attività quotidiana.

Le sezioni di lavoro si articolano proponendo il suono come visione:

Il suono come limite
Il suono come superficie
Il suono come direzione
Il suono come avvenimento

Nessuna competenza specifica è richiesta; gli esercizi – elementari e per i quali non è necessaria capacità tecnica particolare – sono articolati in interventi sugli strumenti che rendano udibili le attività del nostro paesaggio sonoro. Gli esercizi (individuali e di insieme) sono assolutamente flessibili; ogni partecipante avrà possibilità di trovare un personale agio nella pratica; la struttura immediata e semplice degli esercizi, consentirà di attuare processi soggettivi per approfondire l’ascolto, il rapporto gesto/suono e la percezione dello spazio.

Enrico Malatesta (1985) Percussionista attivo nel campo della musica contemporanea. Ha studiato percussioni classiche presso il conservatorio di “Bruno Maderna” di Cesena, sviluppando poi una personale attività e ricerca solistica tesa alla ridefinizione del ruolo del percussionista, approfondendo la dimensione acustica, materica e strutturale degli strumenti a percussione. Lavora regolarmente in duo con i percussionisti Christian Wolfarth e Seijiro Murayama, con i sound artist Giuseppe Ielasi, Luciano Maggiore, Attila Faravelli e Riccardo Baruzzi ed è membro fondatore dell’ensemble europeo Glück; ha tenuto concerti in tutta Europa, Giappone e Corea del Sud e pubblicato materiale per le etichette discografiche Presto!?Records, SecondSleep, Die Schachtel, Entr’acte, Senufo Editions. Dal 2007 lavora come musicista di scena per “Teatro Valdoca” e Mariangela Gualtieri. Collabora con Chiara Guidi/Sociètas Raffaello Sanzio nell’ “Accademia d’arte drammatica/l’arte dell’imitazione” per l’edizione 2012 del festival Màntica.

http://enricomalatesta.com

Il laboratorio è riservato a un numero massimo di 10 partecipanti. Si svolgerà a Cesena in Via Mami, 411.

L’iscrizione è obbligatoria entro il 15 maggio scrivendo a info@katriem.it

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

LABORATORI INTERDISCIPLINARI PER BAMBINI

> NUOVA SESSIONE LABORATORI FEBBRAIO/APRILE/MAGGIO 2013

“Do you know Miss Purple?”

LABORATORIO DI CREATIVITA’ IN INGLESE

In collaborazione con LIBRERIA BETTINI

Condotto da Francesca Sampaoli 

Per bambini 3 < 8 anni

ASCOLTO – SUONI E MUSICA – MANIPOLAZIONE  E COSTRUZIONE CON  DIVERSI MATERIALI  – APPRENDIMENTO DELLA LINGUA INGLESE

Il metodo del laboratorio.

Miss Purple propone l’insegnamento della lingua inglese basandosi sui principi dell’insegnamento in lingua veicolare, dell’immersione linguistica e dell’apprendimento “del fare”. In questo caso la lingua straniera si impara per studiare un’altra materia, lavorando in  gruppo con una partecipazione attiva dell’allievo. In questo modo si acquista la consapevolezza che la lingua non si impara fine a sé stessa, bensì per accedere a informazioni e  poterle comunicare, creando anche per il bambino stesso una situazione di autentico bisogno di comunicazione in lingua straniera, creando un ambiente di “immersione” linguistica.

Chi è miss purple? 

E’ un’insegnante con occhiali viola che accompagna i suoi allievi tramite il gioco, la musica e la manipolazione, alla scoperta della lingua inglese. Miss Purple non parla italiano se non quando indossa un cerchietto magico e solo per pochi minuti. Per tutto il resto del tempo l’inglese è l’unica lingua di comunicazione con i suoi piccoli allievi. Miss Purple quando non è nel suo laboratorio di creatività è Francesca Sampaoli,laureata in “Letteratura inglese” presso l’università di Warwick GB e in anglo-americano e tedesco presso università Ca Foscari di Venezia. Si occupa di formazione e traduzione.

IL LABORATORIO E’ RISERVATO AD UN MASSIMO DI 10 PARTECIPANTI.

sessioni laboratori: dicembre 2012/gennaio 2013 e febbraio/aprile 2013

ogni martedì nei seguenti orari:

16.30-17.30 per bambini dai 3 ai 5 anni / 17:30-18:30 per bambini dai 6 agli 8 anni

IL LABORATORIO SI SVOLGERA’ PRESSO LIBRERIA BETTINI CESENA.

illustrazione cover: Eva Montanari